Logo Barion
Logo Italica
Icon Flag
Icon Contact
Contatti
Icon Offers
Offerte
Icona Meteo
Meteo
21 agosto cielo sereno 22.32 °C
22 agosto cielo sereno 30.9 °C
23 agosto cielo sereno 29.38 °C
Ita Eng Deu
Prenota Online
Arrivo
21-8-2019
Partenza
22-8-2019

Collegati per aver accesso ad offerte esclusive e sconti da urlo!

Facebook

Warning: Use of undefined constant   - assumed ' ' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.barionhotel.it/home/wp-content/themes/italica/header.php on line 340

    Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.barionhotel.it/home/wp-content/themes/italica/single.php on line 14
News | Eventi | 29/10/2015
PerBacco Che Vicoli 2015

PerBacco Che Vicoli 2015

Il Natale si avvicina e con esso tutto quel periodo di festività e giorni conditi da mercatini e luci tipiche della stagione delle ghirlande. Eppure l’inverno è un momento di attenzioni che inizia ben prima di dicembre e dei fiocchi scintillanti sotto l’albero. PerBacco che vicoli 2015 è una chiara dimostrazione.

perbacco che vicoli 2015

No, non è solo un bel gioco di parole. È anche e soprattutto un evento enogastronomico che anticipa l’arrivo del panettone in Puglia, rilanciando il marchio di una delle regioni più caratteristiche nel nostro Paese.

Dal 20 al 22 Novembre 2015, infatti, è possibile gustare i tipici prodotti e sapori della terra pugliese nell’incredibile atmosfera del weekend di Santa Cecilia, tanto caro a Marina Franca in Calle d’Itria.

Passeggiate per vie imbandite di bancarelle, nelle quali una cinquantina di brand della gastronomia scelti da Puglia Gourmet, sfileranno impietosi contro la tenacia del giro vita.

Saranno moltissimi i prodotti tipici pugliesi possibili da assaggiare. Alcuni legati alla tradizione natalizia, ma ci saranno anche tanti riferimenti all’arte culinaria tipica del luogo che tanto è servita a riconoscere nella Puglia uno dei luoghi migliori dove gustare la cucina italiana meridionale.

Salumi, formaggi tipici, burrate, mozzarelle (le famose “trecce”) e le immancabili orecchiette servite con rape, salsiccia e tipici ragù di asina. Le strade saranno invase dal profumo invitante di arrosticini di pecora, arrosti alla brace, braciole di carne bovina e dall’aroma inconfondibile del tipico capocollo di Martina Franca. Provoloni dolci, polli ruspanti, polipi alla brace, panzerotti, pettole con vino cotto e ovviamente la tipica focaccia pugliese (quella che nel simpatico dialetto pugliese viene chiamata “a focazz”).

perbacco che vicoli 2015

Insomma, ce n’è per tutti i gusti e non si può certo pensare di uscire da casa e pretendere di tenersi inutilmente alla famigerata (non che inerme) “gamba del tavolo”. Durante PerBacco Che Vicoli 2015 la gola sarà l’unico peccato capitale concesso a visitatori di tutte le età.

E non può che avere la sua realizzazione più grande nei dolci. I famosi bocconotti e pasticciotti tipici della zona la faranno da padroni, ma non pensiate di poter scappare alle tette di Venere o più semplicemente, alla schiera di panettoni artigianali cotti ad arte nei tipici forni a legna del luogo.

Infine, per chi crede di poter ingerire tutto questo con della semplice acqua, ecco pronti calici ripieni dei più tipici vini rossi pugliesi, prosecchi frizzanti e birre artigianali. Se la fame vien mangiando, la sazietà non sarà monopolio dello stomaco. PerBacco Che Vicoli è anche un’occasione per godere del meraviglioso sottofondo che solo i musicisti del conservatorio possono garantire. Caratteristiche melodie natalizie sono, infatti, protagoniste degli spartiti che segnano la terza edizione del Festival della Valle d’Itria.

perbacco che vicoli 2015

Definire PerBacco Che Vicoli una semplice fiera di mercatini è riduttiva. L’intera manifestazione è un’occasione per assaporare la Puglia, entrando in contatto con sapori, profumi e sensazioni uniche. Emozioni che spingono molti personaggi illustri, nativi del luogo, a partecipare all’evento per godere il meglio delle loro tradizioni. Attori come Lucio Montanaro e Beppe Convertini, il cantante Renzo Rubino, gli scrittori Donato Carrisi (autore del best-seller “Il Suggeritore”) e Mario De Siati sono solo alcuni dei personaggi famosi che sono possibili incontrare per le vie del weekend più importante di Martina Franca.

Nel chiaro intento di dare ufficialmente il benvenuto al Natale e al suo fatiscente periodo, i Mercatini di Natale si offrono di dare visibilità alla creatività e allo splendore. Anche grazie alla Casa Europea di Santa Claus che con le sue atmosfere porterà la fiaba per le strade della città. Non preoccupatevi. Tutti sanno che non c’è manifestazione natalizia senza la neve. E se al sud non arriva o è improbabile, gli organizzatori hanno già pensato a tutto. Neve artificiale e un tocco d’immaginazione, aiuteranno a donare un’atmosfera suggestiva e molto più credibile all’intera città.

PerBacco Che Vicoli 2015 è dunque un chiaro invito ad entrare con entusiasmo nell’inverno e nella stagione natalizia. Lo spirito della festa è assicurato e quale migliore “assaggio” di un evento gastronomico che porta una tavola imbandita di tradizionali leccornie a portata del proprio palato. La notte di Santa Cecilia aspetta tutti quelli che vogliono vivere un weekend unico e pieno di sapori. I migliori somministratori gastronomici, targati “Puglia Gourmet”, hanno il piacere di coccolarvi per l’intera manifestazione. Se rifiutare un invito a cena, si dice sia maleducazione. Perdersi un evento simile è sicuramente un torto che il vostro palato e il vostro cuore non si meritano.

Informazioni pratiche per PerBacco Che Vicoli 2015

Grazie alla sua posizione strategica, poco distante dalla statale, potete raggiungere Martina Franca dall’Hotel Barion in meno di un’ora. Dalla SS16, prendere l’uscita Fasano e poi immettersi sulla S.S.172 direzione  Martina Franca.

Per un weekend all’insegna dell’enogastronomia, potreste abbinare a Perbacco Che Vicoli, anche una cooking class in una splendida masseria pugliese (qui la nostra proposta) oppure una visita guidata alla splendida Alberobello, con degustazione di prodotti tipici (qui la nostra proposta).